Associazione di Storia Contemporanea

Home » News » “Interventiste nella Grande guerra”. Il libro di Emma Schiavon verrà presentato a Pesaro

“Interventiste nella Grande guerra”. Il libro di Emma Schiavon verrà presentato a Pesaro

Giovedì 23 ottobre 2015 alle ore 17,30 nella sala del Consiglio provinciale “Wolframo Pierangeli” (viale Gramsci, 4 – 61121 Pesaro) in occasione dei cent’anni dal Primo conflitto mondiale la Società pesarese di studi storici e l’Associazione di Storia contemporanea presentano il volume di Emma Schiavon, Interventiste nella Grande guerra. Assistenza, propaganda, lotta per i diritti a Milano e in Italia (1911-1919) (pp. 384, Le Monnier 2015). Silvia Serini ne discute con l’autrice.

interventiste-nella-grande-guerra-assistenza-propaganda-lotta-per-i-diritti-a-milano-e-in-italia-224814Allo scoppio della prima guerra mondiale molte donne, soprattutto di ceto medio, appoggiarono con convinzione lo sforzo bellico dei rispettivi governi, e altrettanto fecero i principali movimenti femministi europei. Dappertutto le organizzazioni femministe assunsero un ruolo cruciale nel controllo del fronte interno, nato insieme alla guerra di massa, e molte militanti andarono a ricoprire incarichi di responsabilità del tutto inusuali. Il presente lavoro indaga per la prima volta l’interventismo femminile e femminista italiano, le questioni politiche sollevate dal movimento delle donne durante la guerra e il ruolo cruciale giocato all’interno dei Comitati di assistenza civile, a partire dalla città di Milano, per allargare lo sguardo su tutto il panorama nazionale. L’interventismo femminista voleva senz’altro opporsi al militarismo tedesco, ma aveva soprattutto obiettivi propri in ordine all’integrazione delle donne nello stato nazionale, in particolare la conquista dei diritti civili, economici e politici ancora completamente negati alle italiane.

Emma Schiavon ha studiato il nesso donne-guerra-cittadinanza in vari contesti e pubblicato gli esiti delle sue ricerche nelle riviste “Passato e presente”, “Genesis”, “DWF”. Sulle lotte per il suffragio ha invece pubblicato Torino 1911. Il primo congresso pro suffragio femminile a cinquant’anni dall’Unità (2012). Collabora con il Centro interdipartimentale di studi delle donne dell’Università di Torino, fa parte della Società italiana delle storiche ed è fra le fondatrici dell’Archivio delle donne in Piemonte.

Silvia Serini si è laureata in Storia presso l’Università di Perugia. Membro del Consiglio direttivo dell’Associazione di Storia contemporanea e redattrice della rivista “Storia delle Marche in età contemporanea”, ha pubblicato saggi in diverse riviste storico-contemporaneiste e, nel 2014, la monografia Alberto Moravia e il cinema. Una rilettura storica.

Ingresso libero. La cittadinanza è invitata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sito e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

ottobre: 2015
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: